Italiano
Sardu
Français
Deutsch
English
SardegnaWeb.it
               
 
:: GUIDA VIRTUALE Sanluri
TAPPA PRECEDENTE

SANLURI

TAPPA SUCCESSIVA

MOTIVI DI VISITA

Centro storico
  Castello di Eleonora d’Arborea
  Museo Risorgimentale Duca d’Aosta
  Parrocchiale della Madonna delle Grazie


     
CLICCA SULLE FRECCE PER VISUALIZZARE LE IMMAGINI
 


È la cittadina più importante del Campidano Centrale. Abitata fin dalla Preistoria, ebbe rilevanza anche in età romana; nelle vicinanze (1409) si combatté la battaglia di Sanluri, nella quale le truppe aragonesi sconfissero quelle arborensi, decretando la definitiva fine dei giudicati e dell’indipendenza isolana. A Sanluri sorge l’unico castello medioevale in ottimo stato di conservazione della Sardegna: il castello di Eleonora d’Arborea, eretto nel secolo XIII. Fu modificato nell’attuale struttura (pianta quadrata con quattro torri angolari) nel secolo successivo (1355); in seguito fu utilizzato dagli aragonesi, dopo la fine del periodo giudicale. All’interno dell’importante monumento, che appartiene attualmente alla famiglia Villasanta, è allestito l’interessante Museo Risorgimentale Duca d’Aosta (orario: 17-20 il martedì, mercoledì e venerdì, in estate; e il 25 aprile, il 1° maggio, il 4 novembre e il 4 dicembre; nel resto dell’anno, su appuntamento, tel 070/9307105-9307184). Custodisce cimeli risalenti soprattutto al periodo tra il 1800 e il 1918, e riguardanti le guerre d’Africa, le guerre mondiali, le guerre napoleoniche e ancora quadri, porcellane, libri, mobili, epistolari., distribuiti in 14 sale. Interessante anche la raccolta di ceroplastiche del ‘700, comprendente 400 pezzi. È consigliabile iniziare la visita dell’interessante centro storico partendo dal castello. Il centro era un tempo cinto da mura, costruite nel 1365. La via Carlo Felice, che conduce al castello, consente di raggiungere in breve anche la chiesa parrocchiale della Madonna delle Grazie. L’insigne monumento, di fondazione cinquecentesca, è stato modificato nel 1786. L’edificio, di stile tardobarocco piemontese, è interessante per la sua monumentalità e per l’interno, ricco di arredi e decorazioni, tipici di quel periodo storico.


|
|
|
|
|

:: © 2000-2006 Sardegna Web S.r.l :: Tutti i diritti riservati :: All right reserved ::

La traduzione, l'adattamento, l'elaborazione, la riproduzione, con qualsiasi mezzo, compresa la memorizzazione elettronica, totale o parziale, di tutto il materiale contenuto in questo sito, sono riservati per tutti i paesi