loader

Salvatore Colomo, EFS

L’EDITRICE ARCHIVIO FOTOGRAFICO SARDO è stata fondata dal fotografo e studioso della Sardegna Salvatore Colomo nel 1982.

Nell’ambito di un ampio progetto di valorizzazione delle multiformi realtà della Sardegna, S. Colomo e la sua casa editrice portano avanti dal 1975 un completo lavoro di catalogazione dei circa 25.000 siti naturalistici, archeologici, architettonici e artistici, dell’architettura spontanea, paesaggistici, turistici, archeologico-industriali ecc. dell’intera isola, oltre a catalogare flora, fauna, aspetti etnografici come feste, carnevali, usanze varie, gastronomia, artigianato, leggende, banditismo, lingua sarda ecc. – e ai relativi luoghi di riferimento di tutti gli argomenti, cartografia compresa.

In seguito a tale pluridecennale lavoro l’Editrice AFS dispone di un archivio fotografico comprendente circa 600.000 diapositive a colori e 400.000 scatti digitali, per un totale di circa UN MILIONE di immagini, oltre a collezioni varie riguardanti immagini e stampe d’epoca ecc. e relative riproduzioni digitali.

Tale archivio viene utilizzato per produrre volumi e guide sulla Sardegna dalla casa Editrice Archivio Fotografico Sardo, operante come detto dal 1982, e che in oltre 30 anni di attività ha prodotto circa 300 differenti opere editoriali, di cui 94 in esclusiva per il quotidiano L’Unione Sarda di Cagliari (che le ha pubblicate in allegato con il giornale), stampate complessivamente in circa 5.000.000 di copie;

L’importanza di tale raccolta appare evidente sia in generale, sia dal punto di vista culturale e sia per i potenziali risvolti economici garantiti dal suo utilizzo, e in particolare per favorire il turismo dell’isola, grazie alla sistematicità e alla precisione dell’analisi fotografica e della relativa nomenclatura e geolocalizzazione, nel caso del suo inserimento nella rete internet, dove verrebbe messa a disposizione del mondo, senza dimenticare le motivazioni scientifiche, ossia la possibilità di eseguire studi e rilevamenti sul territorio.

La realizzazione del descritto archivio è stata preceduta e accompagnata da uno studio delle fonti bibliografiche disponibili, e da contatti e collaborazioni continue con esperti e studiosi, o appassionati conoscitori di ogni singolo territorio, per incrementare il valore documentativo e la precisione delle riprese.